La scelta del passeggino

Prima o poi ogni mamma si troverà a dover scegliere il passeggino. Il mercato ne propone una serie infinita…ma quale scegliere?
Si tratta di una scelta importante perché il passeggino farà parte della nostra vita famigliare per almeno tre anni ed una buona scelta iniziale ci renderà di certo la vita meno complicata! Il passeggino ideale deve essere comodo, pratico, versatile, maneggevole, robusto e perché no, anche avere un’ottimo rapporto qualità/prezzo perché diciamocelo, non si tratta certo di una spesa economica!

passeggino_bambini_scegliere_qualita_cybex_momeme

Prima di scegliere quindi, è bene farsi un’idea generale di ciò che farà al caso nostro e delle nostre esigenze, ed in base a queste, vedere cosa propongono i vari brand.
Ecco quindi gli aspetti che vi consiglio di valutare:

Sistema modulare o passeggino semplice?
Il sistema modulare è il classico trio, composto da una base sulla quale si aggancia la navicella (carrozzina), l’ovetto e la seduta del passeggino. E’ una delle scelte più azzeccate e di maggiore utilizzo perché segue la crescita del bambino, da 0 a 3/4 anni.
Il passeggino classico invece è quello di cui parleremo tra poco; pratico e maneggevole ideale dall’anno in su.

Dimensioni
E’ molto importante avere ben chiari gli spazi in cui si andrà a riporre il passeggino, dal bagagliaio dell’auto al ripostiglio di casa. E’ inutile focalizzarsi su un modello ultra tecnologico e super ingombrante se poi abbiamo una smart perché ve lo dico già, non ci starà mai…quindi a meno che non abbiate intenzione di cambiare anche auto, forse è il caso che optiate per un passeggino con dimensioni ridotte.

Peso, chiusura ed impugnatura
Se farete parecchi spostamenti e vi ritroverete a dover caricare e scaricare continuamente il passeggino dall’auto, la scelta di un modello leggero vi farà guadagnare in salute!
Anche la valutazione del tipo di chiusura è importante, sia per una comodità di spostamento sia per le dimensioni!
Personalmente, dopo averle provate entrambe, preferisco l’impugnatura con maniglione unico ma sono tantissimi i passeggini dotati di due impugnature. Prima di scegliere anche questo dettaglio pensate bene a cosa farà al caso vostro, tenendo presente che vi capiterà spesso di dover spingere un passeggino vuoto perché avrete vostro figlio in braccio quindi assicuratevi che sia maneggevole! ;)
Molti passeggini con il mangione unico sono anche regolabili in altezza e comodissimi soprattutto se come me siete piccoline e vostro marito è 20 cm più alto di voi!

Ruote
In base al tipo di terreno su cui viaggerà principalmente il passeggino, dovrete scegliere il modello con le ruote più adatte. Che viviate al mare, in campagna o in città, la differenza c’è eccome! Sulla sabbia per esempio sono indispensabili 3 ruote grandi per non farvi demordere dalla passeggiata sul lungomare dopo 2 metri! Se invece vivete in città sarà sufficiente un passeggino con ruote resistenti ed ottime sospensioni in grado di supportare il continuo sali-scendi dai marciapiedi.

Portaoggetti
Sembra un dettaglio banale ma un portaoggetti capiente è davvero molto molto utile, che dobbiate riporci la spesa, appoggiare oggetti, giocattoli o giubbotti!

Cappottina
Alcuni modelli hanno della cappottine parasole davvero ridotte. La scelta di un passeggino con una cappottina ampia e magari estendibile, vi verrà utile nelle giornate più soleggiate o quando il bambino vorrà fare un sonnellino e avrà bisogno di maggiore oscurità.

Cinture di sicurezza e maniglione protettivo
Soprattutto quando il bambino è molto piccolo, è indispensabile che sia ben ancorato al passeggino. Le cinture a cinque punti, ovvero quelle che passano anche sopra le spalle, sono in assoluto le più sicure perché evitano che il bambino possa cadere. Molto utile anche il mangione protettivo removibile che si fissa alla parte anteriore del passeggino e può essere rimosso quando il bambino è più grandicello. Contiene il bambino in caso di movimenti bruschi ed evita che possa essere sbalzato in avanti.

Schienale ribaltabile
La maggior parte dei passeggini ne sono dotati e si tratta di un dettaglio indispensabile perché i bambini nel passeggino ci dormono eccome quindi se riescono a farlo in una posizione comoda ne beneficerete anche voi! Valutate quindi il grado di inclinazione perché molti possono reclinarsi fino all’appiattimento totale. ;)

Sfoderabile?
Un passeggino super figo ma non sfoderatile, per me, è da escludere a priori! Personalmente sceglierei un modello sfoderabile per poterlo lavare ed igienizzare.

Una volta che avete valutato tutti questi aspetti e vi siete fatte un’idea più chiara, avete già fatto metà del lavoro! Ora per evitare di dover girare come trottole per tutti i negozi della regione, vi do un consiglio: potete affidarvi a cercapasseggini.it. Si tratta di un portare affidabile e specializzato nel campo dei passeggini dove poter trovare tutti i modelli in commercio, testati e recensiti nei minimi dettagli, in grado di spiegare ogni particolarità del passeggino preso in esame. In pochi passaggi inoltre vi troverà l’offerta migliore per il modello dei vostri sogni! ;)

Io alla fine, dopo aver utilizzato per i primi anni un trio Peg Perego, ho scelto un nuovo passeggino, molto più maneggevole, robusto e versatile.
Mi sono innamorata di Cybex dopo aver provato il loro ultimo nato, PRIAM ma decisamente più adatto fin dai primi mesi. (Potete rivedere il post di questo test qui).
Ho quindi scelto AGIS M-Air 3 di Cybex.
E’ il passeggino che cercavo, esattamente come lo volevo e risponde a pieni voti a tutti i requisiti che vi ho suggerito prima. Ha una seduta ampia e lo schienale è reclinabile totalmente per permettere anche ai bambini più grattacieli di riposare comodamente. Nicole ha già 4 anni e ormai non usa più il passeggino ma durante il nostro viaggio a Disneyland lo abbiamo utilizzato eccome ed è stata una salvezza! (Puoi rileggere il post e vedere tutte le foto qui).
La cappottina è ampia ed estendibile quasi fino alla seduta, il portaoggetti è capiente ed il maniglione è regolabile in altezza (nella posizione più bassa riesce a spingerlo perfettamente anche Nicole che non vede l’ora di poter portare a passeggio la sorellina in arrivo!). E’ robusto ma allo stesso tempo maneggevole e si guida con un dito! Lo consiglierei a tutte!

E voi cosa avete scelto?

 

Related posts:

Bookmark the permalink.

9 Comments

  1. Ciao Sara!!! Laia b

  2. Scusa ho sbagliato!!!!!! Ti dicevo che la mia bimba ha ormai tre anni ma il passeggino lo usiamo ancora tanto abitando in periferia . Io adoro camminare a piedi e appena è possibile parcheggio la macchina ! Io ho il passeggino inglesina AVIO e mi sono trovata bene!!!! E’ leggero , maneggevole e si chiude con una mano!

  3. Leggendo un tuo post ho scoperto che la mia bimba e’ nata lo stesso giorno di Nicole solo un hanno dopo !!!

  4. Quando ho dovuto scegliere io il passeggino ci ho messo un sacco…e poi ho fatto la scelta sbagliata!!! :(
    Ottimi consigli…e tutti gli aspetti che hai evidenziato non sono da sottovalutare!

  5. Io avevo scelto un Peg Perego ma devo dire che alla lunga mi sono pentita….

    • Anche io per Nicole avevo fatto la stessa scelta all’inizio…ma poi quando è cresciuta un po’ ho scelto un passeggino Cybex perché era tutta un’altra storia!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>