La cameretta dei bambini

Almeno una volta nella vita tutte noi mamme ci siamo trovate o ci troveremo a dover arredare la cameretta dei nostri bimbi. Che stia per arrivare un bebè o alle prese con un bambino in crescita, la domanda è sempre la stessa: come personalizzare ed arredare la cameretta?
La stanza dei bambini non è solo l’ambiente dove il nostro piccolo fa la nanna, ma anche il suo spazio dove trascorrere parte delle giornate, dove giocare e dove anche noi trascorriamo con lui alcuni dei momenti più indimenticabili dell’essere mamme.
Le loro camerette subiscono diversi restyling, più o meno intensi, nel corso degli anni, adeguandosi alla loro crescita che da bambini diventano grandi. Crescendo le loro esigenze si modificano e spesso capita di ritrovarsi con una cameretta non più in sintonia con la loro età, che va in qualche modo riarrangiata per seguire le tappe della loro crescita. Per questo motivo sarebbe sempre meglio non comprare camerette ‘finite’ e già predisposte, in blocchi unici, ma comprare pochi mobili, uno alla volta, quando davvero se ne presenti l’esigenza.

homify_cameretta_bambino_projecto2_momeme

Anche con la cameretta di Nicole siamo in piena riorganizzazione. L’arredamento e l’interior design sono fra le mie passioni. Sono un’esteta incallita, “amante del bello” per cui anche l’arredamento di una casa e di una stanza, credo abbia il suo perché e vada studiato nei minimi dettagli in base alle esigenze di chi la vive.
Spesso però, mi rendo conto che non è sempre così semplice, soprattutto per chi non ha dimestichezza con questo settore, perché sono tanti gli aspetti da considerare e spesso è difficile dare uno stile uniforme ed ottenere un risultato soddisfacente; in questo caso potete consultare un interior designer che saprà affiancarci e consigliarci nelle scelte.
Se invece anche voi volete fare da soli e siete alle prese con l’allestimento di una cameretta ecco qualche dritta.

La prima cosa da considerare è il budget che si ha a disposizione. Detto questo si può cominciare a decidere di rifare la camera dei ragazzi ogni 3/4 anni, oppure, in alternativa, come ho fatto io, bisogna trovare delle soluzioni che possano essere modificabili nel tempo ed adeguabili ai bambini che, mano a mano crescono.

homify_cameretta_neonato_momeme

Per i bambini molto piccoli non è indispensabile un grande armadio, sempre che non si voglia affrontare la spesa una sola volta, in tal caso, se la dimensione della stanza lo permette, scegliamo subito un guardaroba capiente, verrà utile!
Un fasciatoio provvisto di cassettiera sarà comodissimo nella cameretta di un bebè, meno utile e più costosa una culla che poi dovrà essere sostituita da un lettino con sponde. Io ho preferito acquistare subito il lettino con le sponde che per i primissimi mesi, ho utilizzato con un riduttore, rivelatosi un’ottima soluzione sia per la spesa che per l’ottimizzazione dello spazio.
Utilissima anche una poltroncina, perfetta per gli allattamenti (soprattutto notturni) qualora non vogliate portarvi il piccolo nel lettone.
Una parete colorata o disegnata e qualche decorazione attraente (lampadario, carillon) sono perfette per ravvivare l’ambiente e per lo stimolo visivo del bambino (ovviamente senza eccessi!). Meglio optare per colori tenui e l’ideale è la scelta di una parete colorata e le altre bianche, in modo che siano poi gli oggetti (da cambiare all’occorrenza) a decidere lo stile della camera. Una base bianca o in legno chiaro e neutro è sempre la scelta migliore.
L’illuminazione meglio che non sia troppo forte e l’ideale è sistemare dei punti luce in punti strategici, come ad esempio vicino al fasciatoio per illuminare mentre si fa il cambio del pannolino oppure il momento della poppata.
Dopo i primi mesi, quando il bambino inizierà a socializzare ed interagire, un tappeto su cui rotolarsi e giocare sarà indispensabile. Sceglietelo facilmente lavabile ed igienizzabile!

Mano a mano che nostro figlio cresce poi, possiamo arricchire l’arredamento della stanza con qualcosa in più, magari una piccola libreria, possibilmente alla sua altezza, dove disporre innumerevoli libri di carta. I contenitori per giocattoli non saranno mai abbastanza ma è importante cercare di non esagerare, lasciando molto spazio per il movimento ed evitando di riempire la cameretta con troppi mobili.
Ottimizzare gli spazi è indispensabile per cui proviamo a razionalizzare al meglio gli spazi della stanza valutando le sue funzioni principali: riposo, gioco, studio. Cerchiamo quindi di suddividere la stanza in “settori immaginari” creando così un ambiente equilibrato, che risponderà a tutte le esigenze.
Consideriamo anche l’utilizzo di mobili “intelligenti”, ovvero arredi multifunzione o che comunque permettono di risparmiare spazio e aiutano a mantenere l’ordine.
Per esempio, se abbiamo intenzione di scegliere dei letti a castello, si può pensare a dei gradini-contenitore. Oppure, per la zona studio, si può far realizzare una doppia scrivania con struttura “a matrioska”.
Quando il bambino inizia ad avere l’età per andare all’asilo e poi a scuola, infatti, avrà l’esigenza di avere anche un tavolino o una scrivania che gli consente di poter disegnare, scrivere, colorare e successivamente studiare.
Decorazioni e foto dei dettagli di vita e di crescita del nostro bambino sono soluzioni che rallegrano la stanza e spesso sono ben accetti anche una volta che i figli sono cresciuti.

homify_stanza_bambini_interior_designer_momeme

E’ comunque importante, soprattutto quando iniziano a crescere, renderli partecipi e chiedere loro un parere; anche quando sono piccoli, i bimbi hanno dei gusti ben precisi sui colori e sui materiali che preferiscono. Possiamo scegliere insieme a loro il colore della parete, magari facendoli scegliere tra 2 o 3 cromie che piacciono a voi…io ho fatto l’errore di dare in mano a Nicole la mazzetta dei colori e lei ha scelto un bel rosa big babool!!!! Per fortuna il risultato è stato molto meglio del previsto!!!! Possiamo scegliere insieme il tappeto, la tenda oppure semplicemnte cambiare colore al copriletto ecc… Insomma: coinvolgeteli nell’acquisto e nella preparazione della cameretta, in modo che il cambiamento non li spiazzi, ma sia graduale e soprattutto gradito anche da loro! ;)

Se volete qualche altro consiglio visitate la sezione Vita da Mamma!;)

Related posts:

Bookmark the permalink.

2 Comments

  1. Ottimi consigli!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>