Festa della donna? No grazie

Come ogni anno è arrivata anche la festa della donna, una data storica che con il passare degli anni ha perso il suo significato diventando una delle tante feste commerciali, assumendo spesso connotati ridicoli e penosi.

Credo che dell’8 Marzo vada ricordato e commemorato il vero significato: la storia delle donne che prima di noi si sono battute per farci avere i diritti di cui oggi godiamo, le conquiste, le discriminazioni e le violenze. Stop.
Non è una festa ma una celebrazione.

Perché rendere a tutti i costi ridicola la donna svilendola in una giornata fatta di festicciole e spogliarelli patetici? Perché il problema è proprio li; so che con quello che sto per scrivere mi tirerò contro tante donne, ma preferisco risultare antipatica dicendo quello che penso piuttosto che il contrario.

Molte donne attendono proprio l’8 Marzo per uscire di casa e dare libero sfogo ad una personalità repressa ridicolizzandosi all’inverosimile, come se quella sera tutto fosse concesso! Non vogliatemene ma è triste!
Non voglio fare di tutta l’erba un fascio, ma mi chiedo: gli altri 364 giorni dell’anno, queste donne cosa fanno? Frequentano locali di spogliarelli maschili? No. La maggior parte di loro magari storge anche il naso su certi argomenti! Allora perché l’8 marzo tastano il culo di marmo dello spogliarellista di turno come farebbero al mercato della frutta? Per sentirsi più donna?

Io consiglio a tutte di essere se stesse ogni giorno, di contare fino a dieci prima di fare qualcosa (perché la vita continua anche dopo una festa dell’8 marzo) e di celebrare ogni giorno l’essere donna, magari ritrovandosi tra amiche, intorno a un tavolo, bevendo un bicchiere di vino in compagnia e senza ridicoli eccessi.

Non dimentichiamo che il buon senso e l’amor proprio sono ingredienti indispensabili ogni giorno della nostra vita. :)

Related posts:

Bookmark the permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>