Creando formine con il didò alimentare

Assodato che siamo a fine luglio solo per la data scritta sul calendario, per tutto il resto sembra che l’estate sia passata senza che avessimo il tempo di godercela.
E così ci ritroviamo di nuovo a vivere un grigio week end di pioggia. Che si fa?

creare_formine_dido_alimentare_bambini_commestibile_momeme

Dopo aver vestito e rivestito tutte le Barbie, dopo aver giocato al dottore, dopo aver preparato finte pappe per tutti i bambolotti, dopo aver colorato e ritagliato ogni pezzetto di carta che avevamo a disposizione e dopo aver approfittato di ogni pausa della pioggia per una boccata di aria, a Nicole è venuta un’idea!
Si è ricordata che qualche giorno fa avevamo partecipato ad un laboratorio per bambini dove oltre ad aver creato dei braccialetti con le perline, avevano giocato con il didò…ma non con quello classico in commercio, quello alimentare fatto in casa!!!
Quante di voi come me si ricordano quando giocando da bambine lo abbiamo assaggiato!? Questo almeno è alimentare e sapendo esattamente cosa contiene anche se capita in bocca poco male!
Mi sono quindi messa subito alla ricerca della ricetta (imprecando perché internet non funzionava; non funziona con il sole figuriamoci con il temporale!).
Alla fine ce l’abbiamo fatta grazie ad Angela di Swettness and co che gentilmente mi ha fornito la sua ricetta!!! Dopo aver impastato gli ingredienti ed averli mescolati con tempere e brillantini per rendere tutto più divertente e colorato, ci siamo messe all’opera! 🙂
Visto che le previsioni meteo sono ancora molto incerte, vi lascio la ricetta nel caso anche voi ritrovaste a dover trascorrere qualche giornata in casa in attesa del sole! 🙂

Ingredienti: 
2 cucchiai di succo di limone
1/2 tazza di amido di mais
1 tazza di acqua bollente
1/2 tazza di sale fino
2 tazze di farina
2 cucchiai di olio di semi
coloranti alimentari

Prima mischiare i solidi in una ciotola e in un’altra i liquidi, poi unire il tutto e impastare, dividere gli impasti e aggiungere il colorante alimentare oppure colori a tempera e brillantini fino ad ottenere la colorazione desiderata.
Buon divertimento!

Related posts:

Bookmark the permalink.

2 Comments

  1. per fortuna nel mio Salento splende il sole e possiamo andare al mare…ma proverò la ricetta del didò non appena verrà l’autunno 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *